Iniziative Staff Junior

CAMPUS ESTIVO STAFF JUNIOR SORRENTO 2017

 

CAMPUSAISP2017

Campus Estivo AISP

Sorrento (NA) 
22-27 LUGLIO 2017
La sindrome di Poland è una malattia rara che non comporta problemi a livello sociale se correttamente affrontata. A dimostrazione di ciò, si è formato lo Staff Junior, composto da un gruppo di ragazzi i quali, dopo aver vissuto le proprie esperienze hanno deciso di mettersi in gioco facendo vivere anche ai nuovi ragazzi adolescenti l’esperienza del gruppo e della comunità AISP.

Resoconto Campus Estivo Staff Junior Ameglia 2016

Campus Estivo Staff Junior Ameglia 2016campus 16

A cura di Crescenzo Greco

17 luglio 2016: al via un nuovo campeggio AISP. Per il secondo anno consecutivo è stato organizzato e gestito dallo “Staff Junior”. L’incontro tra tutti i partecipanti si è svolto alla stazione ferroviaria di Sarzana. Una volta arrivati tutti, con l’aiuto di altri volontari dell’associazione c’è stato il trasferimento al “Camping River” di Ameglia. Sistemate le valigie il gruppo si è diviso in due: alcuni hanno passato il pomeriggio in piscina, altri hanno fatto la spesa.

L’avventura è entrata nel vivo il giorno successivo quando, dopo la sveglia delle 8, siamo andati in spiaggia accompagnati dalla navetta del campeggio. Dopo aver sistemato qualche dettaglio (acquisto dell’ombrellone e del pallone) la mattinata è passata velocemente tra giochi di spiaggia (Schiaccia 7) e carte. Nel pomeriggio è arrivato il giro sul pedalò con tanto di tuffi una volta superata la boa. Fondamentale è stata questa occasione poiché ha permesso ai nuovi arrivi di integrarsi al meglio e ai “vecchi” di rinforzare il proprio rapporto. In serata nonostante le classiche difficoltà legate alle qualità non proprio eccelse di chef di Gabriele è stata servita una carbonara.

Come sempre il post cena non ha deluso. Tra “Taboo” e “Lupus in fabula” il tempo è volato via velocemente tra una risata e l’altra.

Altro giorno, altra avventura. Destinazione? Golfo dei poeti. Sveglia posticipata alle ore 9.20, corsa per arrivare alla pensilina dell’autobus e per 2 miseri minuti di ritardo abbiamo dovuto aspettare per oltre un’ora. Nessuna paura, le carte erano già pronte. Terminata l’attesa e cambiati due autobus siamo arrivati a Lerici. Neanche il tempo di dare un rapido sguardo al centro storico e subito abbiamo pranzato in un ristorante della zona. Terminato questo è stata la volta di un gelato e di alcune foto complice anche il bellissimo panorama offerto dal golfo dei poeti. Dopo qualche attimo di pausa è arrivato il momento del giro delle isole vicine sul traghetto terminato con una passeggiata di un’ora nella favolosa Porto Venere. Tornati al campeggio è stato il momento della cena. Questa volta per andare sul sicuro abbiamo prenotato al ristorante del campeggio dove, con qualche difficoltà legata all’attesa, abbiamo mangiato una pizza per poi tornare nei bungalow e giocare ai nostri classici giochi serali.campus 3

Penultimo giorno segnato dalla partenza anticipata di Anna.

Dopo i doverosi saluti abbiamo deciso di passare la giornata nella piscina del campeggio giocando a “Scala 40” e

“Schiaccia 7” oltre a un’improvvisata gara di nuoto. In serata, dopo aver sistemato le valigie, abbiamo provato inutilmente

per un’ora ad accendere la brace. Niente da fare. Quando tutto sembrava però perduto in nostro aiuto è arrivato il nostro vicino di bungalow che, grazie al liquido apposito, ha velocizzato il tutto e la grigliata dell’ultima sera si è trasformata in un successo.

Finito di grigliare abbiamo iniziato con la classica girandola di giochi, ma con una novità: il “Twister”. Tra una caduta

e l’altra e con qualche lamentela di altri vicini (tedeschi, inglesi) la serata è passata via velocemente e soprattutto piacevolmente.

L’ultimo giorno, come sempre, è stato il più triste. Tra saluti e fatica per arrivare in stazione il nostro viaggio si è concluso con una consapevolezza: questo è stato solo un piccolo pezzo del puzzle che stiamo costruendo e siamo certi che, un passo alla volta, in breve tempo riusciremo a terminare, come sempre INSIEME.